Finalmente hai deciso: è ora di provare il tuo lato B nel sesso con il tuo partner. Se i tuoi veli mentali sono caduti, sappi però che hai scelto uno degli atti sessuali più impegnativi, almeno come preparazione.

In primis l’ano non fa auto-lubrificazione come la vagina, quindi c’è bisogno di un sacco di olio lubrificante, tantissimi preliminari e un’ottima preparazione per entrare nel canale anale. Diciamo che non può esistere una penetrazione anale “per caso” o con la classica scusa di aver sbagliato il buco.

Perché la penetrazione anale piace (a lei e a lui)

Partiamo dalla visuale maschile (che sappiamo benissimo apprezzare il lato B anche solo esteticamente). Come non provare goduria all’idea di possedere la tua donna dal dietro e nella parte meno violata da tutti?

L’idea di poter avere il corpo della partner nella sua interezza diventa il punto più eccitante. Ma anche trasgressivo al punto giusto, perché da sempre è una cosa definita “sporca”.

La leggera connotazione sadomasochista di una penetrazione anale rende il superamento del dolore un piacevole e raggiungibile rapporto. In più, fisicamente, il canale è più stretto, quindi le sensazioni sono sicuramente amplificate.

Croce e delizia per il lato femminile, i dati comunque incrementano questa pratica sessuale tra le donne di età compresa tra i 25 e i 44 anni. Il raggiungimento dell’orgasmo è al primo posto: le contrazioni coinvolgono sia i muscoli vaginali, che quelli anali. La profonda conoscenza del proprio corpo e una maggiore apertura mentale, fanno si che la donna sperimenti volentieri nuovi giochi e nuove esperienze.

L’essere posseduta dal proprio uomo fa tanto sentire Anastasia con Mister Grey in 50 sfumature di grigio (e tutte le sue declinazioni).

Quali lubrificanti usare per la penetrazione anale

Esistono due tipi di lubrificante anale: quelli a base di silicone e quelli a base di acqua. I primi sono scivolosi, duraturi e ottimi sopra il preservativo.

Sono progettati per creare calore e attrito minimo, ma sconsigliati da usare con i sex toys nello stesso materiale.

I secondi sono quelli più utilizzati anche perché più compatibili con le mucose. Assolutamente sicuri, hanno però una durata limitata perché l’acqua contenuta può seccarsi facilmente. Quindi dovrai applicarlo più volte.

Qualche consiglio?

At Ease lubrificante è un lubrificante anale, ad azione profonda e duratura. Arricchito di eccipienti nutrienti e igienizzanti, deterge e lubrifica la zona anale. La consistenza è diversa dagli altri gel e ha la funzione di prevenire fastidi, lenire la parte sotto stress e annullare bruciori e irritazioni, oltre che fare da lasciapassare per il lato B.

MixGliss Max Natural  è davvero interessante da tenere in casa, e un buon prezzo qualità, costo e funzionalità. Non appiccica, non ha profumo, è a base di acqua e ha un’altissima capacità lubrificante.

Rocco anal silicone lube, lubrificante anale, è progettato per il sesso anale intenso ed è a base di silicone. Applicare il gel a piacimento sulle parti del corpo desiderate e ripetere l'applicazione ogni volta che volete. Prima di utilizzarlo si consiglia di provare la crema applicandone una piccola quantità sull'avambraccio. In caso di reazioni allergiche interrompere l'applicazione. Ne basta una piccola quantità ed è solo per uso esterno.

Sex toys per penetrare analmente il proprio partner

Se il tuo desiderio è quello di avvicinarti al sesso anale ma sei ancora indecisa (o ti senti impreparata) nel farlo con il tuo lui, puoi avvicinarti grazie ai sex toys. Oggi questo mondo è in grado di offrire il massimo della stimolazione e rispondere a tutte le esigenze.

Se volete orientarvi nel magico mondo degli oggetti per il sesso anale, iniziate a distinguere ciò che il mercato vi propone :

  • Vibratore Anale: a differenza di un vibratore vaginale è più fine ed è lavorato con delle scanalature per una maggiore aderenza;

  • Butt Plug: il plug anale è un giocattolo che va inserito nell’ano per divaricarlo e allenarlo per un’eventuale penetrazione, ma anche per recuperare, a volte, l’elasticità della zona;

  • Lubrificanti anali: ne abbiamo parlato sopra, mai senza, anche con i sex toys;

  • Palline anali: inserite nel retto, vengono rimosse attraverso la cordicella da tirare o l’asta, in modo che lo sfintere anale si dilati e si restringa in modo consecutivo. Ne esistono di varie misure;

  • Strapon per lei con Dildo: qui c’è bisogno di un compagno o di una compagna. Scambio di ruolo e fantasie erotiche comuni possono prendere forma grazie a questa cintura con attaccato un membro.

Come rendere la penetrazione anale meno dolorosa

Con la dovuta preparazione, la stimolazione giusta e il lubrificante adeguato, il sesso anale può essere un’esperienza divertente e non dolorosa. Se il gioco inizia gradualmente (anche con l’aiuto di oggetti specifici di dimensioni adeguate), si arriva presto a migliorare la zona coinvolta.

Il consiglio è di non utilizzare mai qualcosa che desensibilizzi la zona anale, perché il rischio di lacerare tutto è molto facile, essendo una zona molto delicata. Dovete mantenere le percezioni del vostro corpo e fermare o aumentare l’intensità a seconda del vostro dolore.

Cerca di essere rilassata perché l’ano tenderà a restringersi e contrarsi: più accadrà e più sentirai dolore. Ricorda che l’ano è un muscolo e come tale se lasciato riposare e trattato con cura non subisce alcun danno e torna alla sua normalità.

Come renderla assai piacevole

Dopo aver parlato di tutti i passaggi da fare prima di una penetrazione anale, è arrivato il momento di renderla al top. Come e cosa poter fare di altro? Prima cosa, ricordatevi che il sesso anale non è un mondo a sé, ma davanti il corpo del tuo partner è pronto a ricevere anche altro.

Non dimenticare di stimolare il clitoride di lei o i testicoli e il pene di lui, per raddoppiare l’intensità delle sensazioni e raggiungere un orgasmo davvero totalizzante. Che tu stia facendo un pegging o sia in fase passiva, tutto può essere migliorato con semplici accorgimenti.

Per approfondire il discorso sul sesso anale ecco la guida completa su come fare sesso anale.

Consigli e dritte per la prima penetrazione anale della vostra vita

Prima di tutto devi essere sicura: stai per provare un’emozione nuova, che non conosci, e che potrebbe portarti un leggero dolore prima di un piacere intenso. Ma anche lasciarti un po’ indifferente almeno per le prime volte in cui ti aspetti sicuramente molto di più.

Ricordati di seguire tutte le buone norme scritte fino ad ora (tipo il lubrificante), e di dialogare sempre con il tuo partner.

L’ultimo consiglio che ti possiamo dare riguardo le posizioni a letto per lei: per un principiante quelle migliori sono il cucchiaio e il doggy style. Iniziate con delicatezza e non forzate mai.

Quando sarai un po’ più esperta, potrai azzardare un missionario, una pecorina, o addirittura un’amazzone.

Con preservativo o senza? Come rendere sicura anche la penetrazione anale

Dipende sempre tutto dal partner: se è occasionale, usate assolutamente il preservativo, ecco una guida completa su come scegliere la taglia perfetta del preservativo.

Se siete una coppia collaudata potete anche farne a meno nella vostra intimità quotidiana. Sappi comunque che il preservativo viene persino consigliato da chi pratica sesso anale, perché risulta ancora più scivoloso se trattato bene con i lubrificanti giusti da utilizzare.