Concepire un bambino potrebbe sembrare la cosa più naturale, più semplice e anche più divertente del mondo. Eppure per alcune coppie non è una passeggiata. Se le hai provate tutte e non hai ancora trovato la giusta posizione per rimanere incinta, sapere che gli esperti non sono riusciti a dare una risposta definitiva probabilmente non ti farà piacere.

Sheryl A. Kingsberg, capo della divisione di medicina comportamentale presso University Hospitals Case Medical Center e professoressa di biologia riproduttiva e psichiatria presso la Case Western Reserve University School of Medicine di Cleveland, ha affermato che la scienza non è ancora in grado di dire quali siano le posizioni migliori per rimanere incinta.

Secondo quanto riportato da Parents.com, la dottoressa Kingsberg dice che è molto difficile ricercare posizioni sessuali specifiche in grado di aumentare la fertilità. Questo perché ci sono diversi fattori che influenzano le probabilità di concepimento, dall’età della donna al momento in cui si ha il rapporto sessuale.

Eppure, nonostante non ci siano prove a sufficienza per dimostrarlo, alcune posizioni favorirebbero il concepimento.

Esistono metodi infallibili per rimanere incinta?

Quando si vuole avere un bambino, si prova a rimanere incinte facendo affidamento su qualsiasi cosa. C’è chi mette mano al calendario per calcolare i giorni fertili del proprio ciclo mestruale e aumentare le probabilità di concepimento in base all’ovulazione. Avere rapporti sessuali nei sei giorni che precedono l’ovulazione è uno dei metodi più affidabili per restare incinta, nonostante non ci sia una certezza matematica.

È sicuramente certo che i giorni più fertili per una donna sono quelli in corrispondenza dell’ovulazione ma ogni donna è diversa e questo metodo potrebbe rivelarsi inutile ai fini di una gravidanza.

Alcune preferiscono misurare la propria temperatura basale per stabilire i giorni fertili. La misurazione avviene con appositi termometri che registrano le variazioni di temperatura dovute al progesterone, molto più alto nei giorni fecondi.

Un’altra teoria vuole che a favorire la gravidanza sia anche l’ora in cui si ha il rapporto sessuale, per cui se vuoi rimanere incinta dovresti fare sesso al mattino presto, poiché lo sperma sembrerebbe essere di qualità migliore.

Nonostante tutte queste teorie, la risposta è però negativa: non esistono metodi infallibili per rimanere incinta. Purtroppo.

Le posizioni consigliate

Pur non essendovi prove scientifiche, alcune posizioni possono favorire la possibilità di concepire. Non dico che il rapporto sessuale deve diventare qualcosa di meccanico e finalizzato solo alla procreazione, ma non tralasciare la parte ludica distoglie dall’ansia di dover assolutamente rimanere incinta.

Premesso che quando non si hanno problemi di fertilità ogni posizione va bene, perché gli spermatozoi arrivano comunque a destinazione, è consigliato preferire posizioni che consentono una penetrazione profonda. Sono da evitare, invece, le posizioni in cui tu sei sopra e l’uomo è sotto, per una questione di forza di gravità.

È sicuramente consigliato arrivare all’orgasmo, perché le contrazioni uterine che si hanno nel momento in cui raggiungi l’apice del piacere aiutano il cammino dello sperma verso le tube.

Proviamo a fare un elenco di tutte le posizioni sessuali consigliate se vuoi rimanere incinta:

  • posizione del missionario: sarà pure la posizione più noiosa e scontata ma è una delle poche a favorire il raggiungimento del collo dell’utero da parte degli spermatozoi nella maniera più agevole.
  • posizione di lato: entrambi sdraiati su un lato, lui dietro a controllare la penetrazione, che è profonda e, per questo, aiuta la corsa degli spermatozoi verso l’utero.
  • pecorina: lo immaginavi che una delle posizioni preferite soprattutto dagli uomini è anche quella che potrebbe farti rimanere incinta? La penetrazione da dietro è una delle più indicate per consentire l’accesso dello sperma all’apertura della cervice.

Cosa può ostacolare una gravidanza?

Oltre a scegliere la migliore posizione per rimanere incinta, ci sono altri elementi da tenere in considerazione e che possono ostacolare la gravidanza.

La sedentarietà e il sovrappeso, per esempio, ma anche la magrezza eccessiva possono essere degli ostacoli alla fertilità.

Lo stress è sicuramente deleterio per la salute in genere ma se stai provando a concepire un bambino, forse è il caso di provare a rallentare. Lo stile di vita è fondamentale, quindi evita anche fumo e alcol.

L’alimentazione è importantissima, non solo per te ma anche per il futuro papà. Tra una sessione in camera da letto e l’altra mangiate cibi freschi e di stagione e ricchi di antiossidanti. La dieta mediterranea sembra essere la più indicata, poiché prevede frutta e verdura, legumi, olio d’oliva, uova, latticini, tutti alimenti ricchi di vitamine e sali minerali utili allo scopo.

Tra gli ostacoli c’è sicuramente anche l’età: la fertilità femminile diminuisce a partire dai 30-32 anni, quindi se hai qualche anno in più, sai già che hai meno possibilità di rimanere incinta subito.

Possono esserci anche ostacoli di tipo patologico, poiché sono diverse le condizioni che possono ostacolare una gravidanza. Tra queste, l’endometriosi, le ovaie policistiche o infezioni come quella da Clamidia o da gonococco. Le infezioni vaginali come la Clamidia, una delle principali infezioni sessualmente trasmissibili, è una tra le prime cause di infertilità femminile, per questo è importante avere rapporti sessuali occasionali protetti.

Consigli su come calcolare l'ovulazione

Tra i metodi più usati di sempre per rimanere incinta c’è quello del calcolo dell’ovulazione. Tenendo sempre per buono il consiglio di fare sesso più spesso, in modo da aumentare le possibilità di una gravidanza, riuscire a calcolare i giorni più fertili può dare un aiuto in più alla causa.

Esistono in commercio degli strumenti in grado di eseguire il calcolo ma puoi farlo anche da sola. Solitamente l’ovulazione avviene 14 giorni prima delle mestruazioni. Se hai un ciclo di 28 giorni, avrai l’ovulazione 14 giorni dal primo giorno di mestruazioni, se hai un ciclo di 30 giorni, sarà 16 giorni dopo il primo giorno di mestruazioni, e così via.

Il periodo fertile inizia circa 5-7 giorni prima dell’ovulazione e dura una settimana circa. Se vuoi avere qualche possibilità in più di restare incinta è proprio in questa settimana che dovresti concentrare i rapporti sessuali.

Chi ha l'utero retroverso ha più difficoltà a rimanere incinta?

Se hai l’utero retroverso hai sicuramente pensato che è il motivo per cui non riesci a rimanere incinta. In realtà non è così, perché parliamo di una variante anatomica che non interferisce con il concepimento.

Certo, una donna con l’utero retroverso non trae alcun vantaggio dalla posizione del missionario rispetto alle altre, ma fior di ginecologi assicurano che questa condizione non crea alcun ostacolo alla fertilità né dà problemi durante la gravidanza.