Sesso anale e dolore sembrano essere parte di un binomio inscindibile, eppure sono diversi i modi per rendere la penetrazione anale meno dolorosa. Lascia perdere quello che dicono gli altri perché anche nel sesso siamo tutti diversi e ognuno ha il suo punto di vista, spesso dettato esclusivamente dalla propria esperienza, che non sempre è positiva.

La penetrazione anale può fare molto male, su questo siamo tutti d’accordo, ma solo perché non c’è l’adeguata preparazione e non si conosce bene il proprio corpo. Se poi ci aggiungiamo anche tutta una serie di tabù e preconcetti di cui subiamo il retaggio soprattutto noi donne, si fa prima a lasciar perdere.

Eppure il sesso anale per alcune è addirittura l’unica via per arrivare all’orgasmo attraverso la penetrazione. Infatti non è vero che solo gli uomini possono arrivare al piacere tramite la stimolazione anale perché hanno la prostata. L’ano è ricco di terminazioni nervose che, se opportunamente stimolate, possono far provare davvero sensazioni molto intense, di qualunque sesso tu sia.

Vediamo, quindi, come rendere meno dolorosa la penetrazione anale: dallo spirito da adottare ai prodotti da usare, fino alle posizioni più comode e pratiche.

Come rendere il sesso anale meno doloroso

Che sia la prima o la centesima volta che fai sesso anale, il dolore è sempre dietro l’angolo, ma non è inevitabile. Ovviamente, non puoi pensare che sia questione di fortuna, per rendere la penetrazione anale meno dolorosa è necessario impegnarsi e non aspettare che il caso lavori per noi.

  1. Preparati psicologicamente: questa è una regola che vale per il sesso in genere, perché avere voglia ed essere mentalmente predisposti aiuta sicuramente a rendere l’esperienza più piacevole.
  2. Rilassati: è importante che tu sia rilassata (o rilassato, se sei un uomo), perché la tensione ti fa contrarre i muscoli dell’ano e potresti provare davvero un gran dolore durante la penetrazione.
  3. Mai dimenticare il lubrificante: ripeterlo non è mai abbastanza, la zona anale non si lubrifica naturalmente come la vagina. Questo vuol dire che è fondamentale utilizzare un apposito lubrificante per far scivolare meglio dita, pene e sex toys ideali per l'ano.
  4. Non sottovalutare i preliminari: è vero che l’ano non si lubrifica nemmeno al massimo dell’eccitazione ma ciò non significa che i preliminari non siano necessari. Lascia perdere i film porno dove passano dal saluto alla pecorina nel giro di 2 minuti, è finzione, e questo ormai dovresti saperlo.
  5. Dilata lentamente l’ano: il sesso anale richiede pazienza e per non sentire dolore, l’ano va dilatato con delicatezza, prima con le dita, un plug o un sex toy e poi, quando è sufficientemente largo, puoi passare al pene, ma sempre con dolcezza all’inizio. Mentre gli scambio di ruolo possono prendere forma grazie all'utilizzo dello strapon femminile.

Come fare per non sentire dolore durante la penetrazione anale

Non devi lasciarti scoraggiare dalla paura di provare dolore durante il sesso anale, perché, una volta trovata la chiave giusta, puoi provare sensazioni nuove e indescrivibili. Per rendere la penetrazione più piacevole non devi avere fretta, perché con l’opportuna preparazione non potrai più fare a meno del sesso anale.

Ci sono alcune tecniche che ti aiutano a preparare la zona per favorire la penetrazione, una di questa è l’anilingus o rimming che dir si voglia. Capisco che leccare l’ano del proprio partner non è visto da tutti con entusiasmo ma, una volta superato l’imbarazzo e l’avversione iniziale, ti si aprirà un mondo di sensazioni nuove e inesplorate.

Uno dei modi per evitare di provare dolore durante la penetrazione anale è proprio la totale fiducia nell’altro, quindi lascia da parte qualsiasi disagio o soggezione e lasciati andare: la penetrazione ne gioverà.

Sulla lubrificazione dell’ano le parole non sono mai abbastanza, perché l’uso di un lubrificante si rivela indispensabile per un sesso anale senza dolore. Esistono lubrificanti specifici per la zona anale a base d’acqua, di olio o di siliconi, da scegliere a seconda delle tue esigenze. Spesso (e anche di questo è responsabile l’industria cinematografica del porno) si pensa di risolvere con la saliva ma nel giro di pochi secondi si asciuga e si ritorna al punto di partenza.

Ci sono posizioni per sentire meno dolore?

Senza dubbio, alcune posizioni consentono di sentire meno dolore nella penetrazione anale ma, come già dicevamo prima, non esiste una regola universale valida per tutti. Ognuno ha le sue preferenze e le proprie abitudini ma determinate posizioni sono molto più pratiche per il sesso anale.

  • La posizione che consente di essere maggiormente rilassati durante l’amplesso è il cucchiaio, che è anche la preferita dalle donne, poiché il partner può stimolare contemporaneamente anche il clitoride. Tra l’altro, è una posizione che non necessita di particolare prestanza fisica né agilità e che può essere praticata in qualsiasi momento.
  • L’amazzone e le sue varianti (quella che poi chiamiamo comunemente smorzacandela) sono molto praticate per il sesso vaginale ma possono essere molto comode anche per il sesso anale. In più, la persona che viene penetrata decide il ritmo e la profondità della penetrazione, quindi è perfetta per attenuare l’eventuale dolore. Senza contare che, scegliendo la versione “classica”, ci si può guardare negli occhi e scambiarsi sguardi carichi di eccitazione e desiderio, che fanno sempre bene.
  • La pecorina non è proprio la posizione da scegliere per non provare dolore, soprattutto se è la prima volta nel sesso anale, ma può avere comunque il suo fascino, rafforzato dall’immaginario di “dominanza” che si trascina da sempre.

Conclusioni

Se hai bisogno di ulteriori dritte sulla penetrazione anale e su come renderla meno dolorosa, puoi contattarci per avere altri consigli e suggerimenti sull’uso di prodotti e sui sex toys più adatti al sesso anale.

Devi comunque tener presente che il sesso anale può essere fonte di divertimento e piacere, per cui devi praticarlo in totale relax, senza lasciarti condizionare da paure o diffidenza.